taoismo, yin e yang e tao

Significato Yin, Yang e Tao

Yin e Yang
due entità, una vita

Yin, Yang e Tao

Yin e Yang

Prima di addentrarci nelle altre Sostanze Fondamentali, voglio fare un passo indietro.

Ho nominato Yin e Yang, ma di cosa stiamo parlando?

Il più antico riferimento allo yin-yang è molto probabilmente nel “Yi Jing” (700 a.C.)
Ma passiamo “al sodo“!
Questo concetto è tanto difficile, quanto facile se ne parliamo con degli esempi:
La notte (yin) che si trasforma in giorno (yang), lo yang (la luce) che muta in buio (yin).
L’esterno (yang) che diviene interno (yin).
La buccia di un’arancia (yang) che si addentra nella polpa (yin).
La polpa (yang) che si tramuta in semi (yin).
Un concetto cinese contenete il complementare e l’opposto al tempo stesso!
Tutto è sia Yin che Yang.
Dipende tutto dalla comparazione!
Utilizzare queste due parole senza un termine di paragone non ha alcun significato!
Yin esiste grazie a Yang.
Yang esiste grazie a Yin.
E in ognuno dei due c’è una punta dell’altro!
Come la canzone di Coez
dentro l’amore c’è una punta di odio e viceversa”.
E dopo questa perla musicale, dovrei chiudere, lo so!

Cosa si dice nel Su Wen, l’antico trattato di Medicina Tradizionale Cinese?

Nel Su Wen si dice: “lo yin è tranquillo, lo yang è attivo. Lo yang dà origine alla vita, lo yin garantisce la crescita… Lo yang è trasformato in qi, lo yin è trasformato in vita materiale”.
A rappresentare tutto ciò corre in nostro aiuto il simbolo del Tao (ultimo supremo), che ci mostra l’interdipendenza di yin e yang e ci ricorda che l’uno non può esistere senza l’altro.

Qual’è il significato del Tao?

Il Tao significa il Sentiero, la Via.
Racchiude il senso della vita, l’equilibrio, il movimento.
Due entità diverse, ma complementari.
Il Tao, chiamato anche Dao, è indubbiamente uno dei concetti più importanti della filosofia cinese. Nel Taoismo il Tao è paragonato all’Universo, mentre in Occidente spesso e volentieri viene tradotto banalmente con “il principio”.
Oggi siamo abituati a vedere questo cerchio suddiviso da una parte nera ed una bianca, al cui interno troviamo un piccolo cerchio di colore bianco (se siamo nella metà nera) e nero (se siamo nella metà bianca).
Due metà identiche con colore differente danno vita ad un cerchio. Ecco perché il bianco ed il nero, due opposti, sono anche definiti complementari: la metà bianca non è completa senza quella nera e viceversa. Inoltre il fatto di avere una parte dell’altro al loro interno rende questo concetto ancora più forte!
Abbiamo parlato del Tao con la rappresentazione classica odierna, ma un tempo le due metà non erano come le vediamo oggi. Il nero ed il bianco erano rappresentati da due pesci, uno di colore blu ed uno di colore rosso.

Il Tao è collegato al Taoismo?

Il simbolo del Tao è correlato al Taoismo, noto anche come Daoismo.
Il Taoismo è la corrente di pensiero, filosofia e religione che ha influenzato l’intera cultura cinese. nata nel IV sec a.C. grazie a Lai Zi.
Lai Zi è il fondatore del manoscritto Daodejing, il libro del dao e della sua potenza.
Il simbolo di questa corrente filosofica, come è abbastanza intuibile dal nome, è il Dao, o Tao.
Concludo con le parole tratte dal primo capitolo del Daodejing:
 “Il dao di cui si può parlare non è il dao eterno”
Spero che questo salto nel mondo olistico ti sia piaciuto!
Per qualsiasi dubbio non esitare a contattarmi!

Chi è Chiara Buffoli? Leggimi
Ho scritto un libro, guarda qui
p.s. Se ancora non l’hai fatto, ti invito a seguirmi sui miei canali social!
Condivido pillole di benessere olistico ogni giorno 🙂
INSTAGRAM: chiarabuffoli_benessere
Youtube: Benessere con Chiara
Facebook: Benessere con Chiara