preoccupazione

Preoccupazione

Tutto ciò che ci occupa la mente.

Oggi introduciamo le preoccupazioni e il rimuginino.

Dalla rabbia alla gioia si passa oggi a qualcosa di altrettanto importante: i pensieri continui della nostra testa!
Spesso e volentieri ci troviamo travolti da pensieri e la nostra mente non smette di andare da una parte all’altra con queste idee, preoccupazioni, ansie, progetti.
È come se la nostra testa fosse una macchina senza tregua a cui continuiamo a sottoporre sempre più lavoro.

Ma è giusto preoccuparsi?

Ad un corso di formazione ricordo che mi avevano insegnato PRE-OCCUPARSI in maniera differente: prima di occuparmi di qualcosa me ne preoccupo.
Suona strano vero?
Eppure siamo sempre pronti a utilizzare le nostre energie per qualcosa che ancora non stiamo affrontando, prima di vivere un’esperienza abbiamo già previsto le 1283662619291 possibilità di riuscita e fallimenti.
Prima di metterci in gioco abbiamo già fatto una scaletta mentale del “è giusto?”, “sto facendo tutto in maniera corretta?”, “se poi sbaglio?”….
Etc etc…
Se iniziassi con le domande che ci poniamo dovrei scrivere fino a domani mattina senza interruzione milioni di quesiti!
Eppure se ci riflettiamo è davvero assurdo, vero?
Passiamo gran parte del nostro tempo a pensare a cose che magari dureranno 5-10 minuti.
Trasformiamo una semplice decisione in un qualcosa di stratosferico, abbiamo la capacità di ingigantire il tutto!

 

Facciamo qualche esempio

Con questo non sto dicendo che non pensare prima di agire sia corretto, ma sto sottolineando il fatto che spesso eccediamo in queste reazioni!
Prendiamo ad esempio una madre con un bambino che va alle scuole medie.
È corretto che la mamma si preoccupi di con chi esce il figlio e come si comporta fuori casa, ma non è altrettanto normale che una madre diventi l’ombra del figlio e che lo segua ovunque perché preoccupata da cosa possa succedergli!
Allo stesso modo non è nemmeno normale che una madre non sappia mai cosa faccia il figlio.
È bene non andare da un estremo all’altro, ma riuscire a trovare il compromesso e il giusto equilibrio per un quieto vivere!
Facile?
No, ma fattibile ☺️
Sono dell’idea che razionalmente questi concetti sono semplici, ma il mettere in pratica denota sicuramente certe difficoltà (non impossibili!).
Ecco che il post di oggi è concluso e spero di avervi dato uno spunto di riflessione ☺️


Chi è Chiara Buffoli? Leggimi
p.s. Se ancora non l’hai fatto, ti invito a seguirmi sui miei canali social!
Condivido pillole di benessere olistico ogni giorno ?
INSTAGRAM: chiarabuffoli_benessere
Youtube: Benessere con Chiara
Facebook: Benessere con Chiara