latticini

Latticini

Si? No? Forse?

Latticini

 

I latticini sono tanto sopravvalutati e tanto denigrati.
Chi ha torto? Chi ha ragione?

Il problema principale delle intolleranze del giorno d’oggi è “quali latticini arrivano sulle nostre tavole?”
Antibiotici, integratori, mucche infelici che sono costrette a vivere in condizioni oscene, inquinamento, allevamento intensivo…
Insomma, quando assumiamo dei latticini dobbiamo ricordarci che stiamo mangiando la storia di quel formaggio/yogurt/latte!
Un latte proveniente da mucche allevate in maniera felice al pascolo in montagna non ha eguali con quello proveniente da allevamento intensivo!
E non dobbiamo mai sottovalutare che al giorno d’oggi purtroppo per questioni di business gli animali sono bombardati da antibiotici, ormoni, integratori per aumentare la produzione di latte.
Tutto questo bellissimo mix di “porcheria” dove va a finire?
Nel nostro piatto!

Quindi?

Prima cosa impariamo a scegliere i prodotti cercando di privilegiare la qualità, osservandone la provenienza e il rispetto verso tutto il processo di lavorazione.
(Es. Privilegiare il km0 dal produttore di fiducia che sappiamo tratta il bestiame con amore e dedizione, privilegiare le provenienze biologiche)

Ma ora passiamo al fattore “LATTICINI SI O NO?”

Il latte materno è essenziale per i nostri bimbi e andrebbe consumato per un annetto di età (dove possibile ovvio), ma poi?
Il latte di mucca crudo non è indicato per l’essere umano in quanto contiene enzimi per i piccoli bovini, non per i bebè.
Quindi il nostro intestino non riesce a digerire facilmente il lattosio e la caseina!
(Per non parlare poi del latte pastorizzato che va ad uccidere anche quei pochi enzimi che potevano aiutare la digestione del latte)

I formaggi?

Quello sicuramente più digeribile è la ricotta, mentre per gli altri è opportuno consumarli con molta molta attenzione!
Il grana super stagionato è vero che ha pochissimo lattosio, ma la caseina c’è sempre!
Quindi OCCHIOOOO!
Inoltre molto meglio preferire pecora/capra che mucca, in quanto la tipologia di enzimi si avvicina di più a quella del latte materno!
(Il miglior latte da bere resta comunque quello di asina, che ahimè costa un rene).

Yogurt?

Ok allo yogurt intero se di qualità, è un fermentato del latte quindi più facile da digerire, ma comunque è opportuno non consumarlo tutti i giorni perché è pur sempre un latticino e contiene lattosio e caseina!
(Please non parlatemi di yogurt senza lattosio o latte senza lattosio perché mi date un colpo al cuore, ma ve ne parlerò in un altro post)
Un eccezione che merita considerazione è invece il Kefir, che grazie ai suoi granuli/ starter ricchissimi di probiotici trasforma il latticino in qualcosa di “pre-digerito” e quindi facilmente assimilabile.



Chi è Chiara Buffoli? Leggimi
p.s. Se ancora non l’hai fatto, ti invito a seguirmi sui miei canali social!
Condivido pillole di benessere olistico ogni giorno ?
INSTAGRAM: chiarabuffoli_benessere
Youtube: Benessere con Chiara
Facebook: Benessere con Chiara