bagni derivativi

Bagni derivatiti metodo France Guillain

Un metodo semplice e alla portata di tutti!

Bagni derivativi

Perché utilizzare i bagni derivativi?

Il nostro corpo è ogni giorno sottoposto a grande stress che sovraccarica tutto il nostro organismo, così come la digestione ci procura quotidianamente delle “eccedenze”.

 

Cosa significa questo?

 

Significa che il nostro corpo ha bisogno di depurarsi e ripulirsi in continuazione!

Come?

Attraverso le vie naturali e la traspirazione!

Purtroppo con lo stile di vita del XXI secolo ci ritroviamo a correre in continuazione verso lo stress, ad indossare abiti stretti (ma all’ultima moda) e a prediligere una vita da topo di laboratorio invece che in continuo movimento!

Quindi? Come poter supportare il nostro corpo?

Innanzitutto dobbiamo dire che, per alcuni studi di naturopati e della dott.ssa France Guillain, gli abiti costrittivi impediscono al sistema di fasce e degli intestini di vibrare con regolarità per espellere le scorie, conseguendone così un accumulo di tossine interne.

Il bagno derivativo è un metodo naturale e alla portata di tutti per aiutare il nostro corpo ad espellere le tossine in eccesso, riattivando il sistema delle fasce e ripristinando la capacità di “pulizia”.

Favorendo la pulizia interna si rema nella direzione della SALUTE!

Ecco perché praticare il bagno derivativo quotidianamente ci aiuta da un punto di vista delle energia, del sonno, della resistenza, delle infezioni e del ri-modellamento.

Ma cosa è questo benedetto bagno derivativo?

Possiamo riassumerlo con “rinfrescare le parti intime”.

Come?

Si possono fare dei bagni rinfrescanti di 20 minuti al giorno nel bidet, ma lo trovo piuttosto scomodo!

Dal mio punto di vista la poche gel è uno spreco di soldi, perché mantengono il freddo per troppo poco tempo e si è costretti ad acquistarne più di 2!

Io sono per il poco spreco, l’utile e il semplice, quindi…. VADA PER LA BOTTIGLIETTA DI PLASTICA!

Si, mi hai capita bene!

Come funziona la bottiglietta di plastica?

Prendi la bottiglietta di plastica, che sicuramente hai in qualche angolino di casa, la lavi bene e poi la riempi con dell’acqua peer 3/4.

La riponi in freezer e lasci che si congeli.

Una volta congelata, prendi un asciugamano sottile e l’arrotoli intorno alla bottiglia.

Riponi il tuo fagottino fuori dalle mutande (modalità pannolino) e lasci per 30/40 minuti intanto che sei a letto/sul divano. (ti sconsiglio vivamente di usarla da seduta sulla sedia perché è di uno scomodo pazzesco!)

Quindi, con questo piccolo consiglio e trucchetto, ti puoi creare con una bottiglietta che avresti buttato un rimedio facile e utile per disintossicarti (da farlo tutti i giorni per almeno 3/4 mesi).

Bagno derivativo, OK, ma di cosa si tratta?

 

Questa tecnica consiste nel portare e mantenere al fresco la zona intima (a livello del perineo) tutti i giorni al fine di attivare le membrane costituite da migliaia di piccoli canali che circondano i muscoli (fasce) e la motilità degli intestini (riassunto di ciò che ho letto nel libro “Il Nuovo Libro dei Bagni Derivativi” di France Guillain -Edizioni L’Età dell’Acquario).

Possiamo trovare un riscontro anche in natura?

Ebbene sì, proviamo semplicemente a pensare agli animali, ad esempio l’orso polare.

Nonostante la pelliccia che ricopre e mantiene al caldo il nostro orsetto, la parte intima è esposta al freddo!

Stessa cosa vale per i cani, i gatti etc etc.

Possiamo anche notare che più gli animali sono rinchiusi e meno esposti alle camminate (e quindi frizione della zona intima) e al fresco, più si leccano la parte intima (frizione).

Penso e spero di essermi spiegata, quindi COSA STAI ASPETTANDO?

METTI LA BOTTIGLIETTA IN FREEZER!

PAROLA D’ORDINE: DETOX 🙂



Chi è Chiara Buffoli? Leggimi
p.s. Se ancora non l’hai fatto, ti invito a seguirmi sui miei canali social!
Condivido pillole di benessere olistico ogni giorno ?
INSTAGRAM: chiarabuffoli_benessere
Youtube: Benessere con Chiara
Facebook: Benessere con Chiara